Infissi in legno: quali vernici scegliere per la manutenzione?

Come scegliere tra gli infissi in legno e quelli in pvc? Scelti, eventualmente, i primi, come e con quali prodotti occorre manutenerli? Negli ultimi anni, sia per ottemperare all’obbligo comunitario di raggiungere il 20% di risparmio energetico sia per sostenere il lento processo di conversione ecologica dell’edilizia, la sostituzione degli infissi, agevolata dagli incentivi statali, è stato uno degli interventi maggiormente eseguiti dagli italiani per riqualificare energeticamente le proprie abitazioni rendendole più comfortevoli. Il mercato dei serramenti, anche per queste premesse, sta conoscendo una interessante evoluzione con modelli sempre più eleganti e performanti. Tra loro diversi non solo per il materiale impiegato per il rivestimento, ma anche per la loro caratterizzazione prestazionale. Per rispondere ai quesiti iniziali, perciò, occorre dire che la scelta, quindi, tra un serramento in legno o uno in pvc o in alluminio deriva dalle esigenze della singola persona, ma anche dal clima dell’area d’intervento. È importante, tuttavia, sottolineare, non essendo ragionamento altrettanto noto o immediato, come per una buona durabilità di questi impianti siano fondamentali gli interventi di manutenzione. Una adeguata gestione degli infissi, infatti, non solo non ne altera la funzionalità, ma non riduce la vivibilità degli ambienti nei quali sono installati.

infissi in legno

Fonte: www.cop falegnameriaaddasrl.it

Infissi in legno: quelli di ieri e quelli di oggi

Per molti anni, del resto, nelle nostre case sono stati principalmente impiegati infissi in legno massiccio che, pur fornendo buone prestazioni isolanti termo-acustiche, soffrivano per l’azione del sole e degli agenti atmosferici più aggressivi. Analogamente, anche le più moderne soluzioni in pvc o in alluminio, nonostante alcune loro indubbie positività, presentano intrascurabili criticità: se per i primi non può essere omesso il rischio di una presunta tossicità per l’origine petrolifera del materiale; per il secondo, invece, il problema è soprattutto nel suo smaltimento trattandosi di materiale non rinnovabile e difficilmente riciclabile. Anche per queste motivazioni, pertanto, le finestre in legno, e quelle in legno lamellare in particolare – come quelle realizzate da Campesato attraverso le migliori tecnologie oggi disponibili e la valorizzazione di materie prime certificate – sembrerebbero le più affidabili e le più ecologiche.

infissi in legno

Fonte: www.campesato.it

Infissi in legno: i pregi delle finiture naturali

Sulle quali, facilmente, potrebbero essere applicate vernici o finiture per rispettarne le proprietà prestazionali, con queste sostanze che, a differenza del passato, non sono quasi più realizzate chimicamente o con estratti di origine petrolifera, ma con elementi completamente naturali ed eco-compatibili (come oli e resine vegetali, cera d’api e terre coloranti). Molte di queste finiture altamente ecologiche, distinguendo quelle per gli infissi da quelle per porte o mobili, essendo completamente prive di solventi, sono ottenute dalla trasformazione di piante e minerali. Il loro utilizzo comporta diversi vantaggi: il legno non rilascia esalazioni nocive di nessun tipo, con diminuzione dell’inquinamento domestico e dei rischi per la salute; il legno risulta più traspirante e contribuisce positivamente al bilanciamento della naturale umidità della casa; sono inodori o gradevolmente profumate; e, in alcuni casi, assorbono le polveri sottili e aumentano la resistenza delle superfici alle abrasioni e alle macchie, mantenendo un’eccellente stabilità di colore nel tempo. L’utilizzo di materie prime completamente biologiche e biodegradabili garantisce, inoltre, il massimo rispetto dell’ambiente sia in fase di produzione, sia all’atto dell’eventuale riciclo.

infissi in legno

Fonte: www.tinteggiaturebodei.it

Infissi in legno: le vernici all’acqua

Per gli infissi in legno, per i quali sussiste sempre il rischio che il materiale si deformi o imbarchi a causa delle prolungate variazioni di temperatura, in particolare, la ricerca scientifica e la sperimentazione tecnologica, per migliorarne la durata, hanno trovato nelle vernici all’acqua una ottima soluzione. I prodotti all’acqua, infatti, garantiscono quell’elasticità indispensabile per impedire l’irrigidimento progressivo dei serramenti in legno. Tali sostanze idrosolubili, poi, sono in grado di ridurre potenzialmente fino al 95% l’emissione in atmosfera di solventi, di reagire meglio all’aggressione di agenti atmosferici o raggi UV e all’invecchiamento, ma anche di conferire più a lungo un gradevole effetto estetico. L’applicazione di un ciclo completo di verniciatura, spazzolatura e carteggiatura su infissi in legno grezzo o già impregnato di colore donano, conseguentemente, maggiore durabilità. Con questa operazione che risulterà particolarmente semplice data anche la natura fluida e scorrevole della vernice stessa che dovrà essere stesa con facilità ed uniformità, per un risultato assolutamente efficace.

Credits cover: www.campesato.it

Author: Giuseppe Milano,

ingegnere edile-architetto e giornalista ambientale



Vuoi sapere qual è il rivenditore a te più vicino o avere maggiori informazioni? Contattaci!

Nome*

Email*

Cognome*

Provincia*

Messaggio

vedi anche

altri articoli