Selvicoltura

Le origini rinnovabili delle nostre essenze

Da almeno un decennio si sta facendo strada quella gestione ecologica (in alcune zone presente da sempre) che risponde al nome di “sostenibilità forestale e diversificazione” o “Selvicoltura” e che impone la sostituzione di una pianta tagliata con piante più giovani ed efficienti, logica eticamente corretta che dimostra già la sua bontà con l’aumento costante della superficie boschiva mondiale. Bisogna insistere con questa politica ambientale in tutte le parti del mondo promuovendo sempre più la certificazione forestale, sia in Europa, dove secondo recenti stime FAO i boschi crescono di 500.000 ettari all’anno ma solo il 64% di questo volume è utilizzato, principalmente per produrre carta e mobili, sia in quelle zone dove lo sfruttamento delle risorse è stato per parecchio tempo indiscriminato.

Sensibile a questa problematica Campesato utilizza ormai da alcuni anni esclusivamente legname certificato per la gestione sostenibile delle foreste, dando il suo contributo alla “Selvicoltura”.

shutterstock_69034471



Vuoi sapere qual è il rivenditore a te più vicino o avere maggiori informazioni? Contattaci!

Nome*

Email*

Cognome*

Provincia*

Messaggio

vedi anche

altri articoli