Serramenti di Sicurezza: tutti i vantaggi Campesato

La sicurezza negli infissi Campesato

Con l’avvicinarsi della bella stagione aumentano le occasioni in cui capita di lasciare incustodita la propria abitazione per concedersi una gita fuori porta, una vacanza o, semplicemente per fare una passeggiata all’aperto. Purtroppo però, sempre più spesso, al rientro si possono trovare spiacevoli sorprese, perchè, approfittando dell’assenza dei proprietari, qualche ladro potrebbe essere penetrato in casa, lasciandosi alle spalle disordine, porte o finestre da riparare. Per poter stare un po’ più tranquilli, è quindi necessario cercare di comprendere quali sono gli eventuali punti deboli della nostra abitazione ed adottare, di conseguenza, quegli accorgimenti in grado di impedire l’ingresso ai ladri e di garantirci sicurezza. I primi consigli utili riguardano alcune (forse ovvie) buone abitudini, come assicurarsi di avere ben chiuso porte e finestre quando si esce anche per tempi brevi, mantenere ben illuminati gli esterni, specialmente gli accessi, evitare di lasciare chiavi nascoste sotto lo zerbino o in altri luoghi facilmente prevedibili, cercare di familiarizzare con i vicini così che possano avvertirci di eventuali movimenti sospetti.

Serramenti di Sicurezza Campesato

Fonte: www.campesato.it

Oltre a ciò, la prima concreta ed efficace strategia di difesa è quella che riguarda la verifica dello “stato di salute” ed il potenziamento dei possibili accessi della nostra abitazione, cioè porte e finestre. Come si può aumentarne il livello di sicurezza?

Per ottenere buoni (e garantiti) risultati dal punto di vista degli infissi di sicurezza, occorre tenere in considerazione tre aspetti imprescindibili: il serramento, la sua installazione e il vetro. I vari sistemi, porte, portoni, finestre o porte-finestre, devono essere innanzitutto omogenei in tutte le loro componenti e devono rispondere agli standard fissati dalle normative internazionali. La normativa europea di riferimento (UNI ENV 1627/1630:2000) definisce sei classi di omologazione che ne misurano (attraverso il superamento di test al carico statico, dinamico e manuale), oltre alle prestazioni sotto il profilo dell’isolamento termo-acustico, la capacità di tenuta e resistenza ai tentativi di scasso. La classificazione, basata sul tipo di attrezzature e sui tempi necessari all’effrazione, può essere così sintetizzata:

– Classe 1: efficace contro chi utilizza solo la forza fisica per aprire il serramento (calci, pugni, spallate);

– Classe 2: serramento in grado di resistere a tentativi di scasso con attrezzi semplici (cacciavite, tenaglie, ecc.);

– Classe 3: resistenza all’uso di piede di porco e simili;

– Classe 4: capacità di respingere uno scassinatore esperto e di resistere a seghe, martelli, accette, scalpelli e trapani a batteria;

– Classe 5: resistenza ad attrezzi elettrici più sofisticati (ad esempio seghe a sciabola);

– Classe 6: resistenza molto elevata.

Solitamente per porte e finestre per abitazioni private si consigliano le classi da 2 a 4.

Scendendo un po’ più nel dettaglio dei singoli componenti di un infisso anti-effrazione, il primo aspetto da considerare è quello relativo alla scelta del vetro, che deve rientrare, anch’esso, in una classe di sicurezza secondo quanto stabilito dalle norme internazionali (EN 356 – EN 1063). Solitamente, è consigliabile l’impiego di quelli stratificati antisfondamento, costituiti da più lastre separate, all’interno, da una pellicola in materiale plastico trasparente. L’azienda Campesato prevede inoltre che, nei propri prodotti, il vetro venga unito all’anta tramite incollaggio strutturale e che i fermavetro vengano fissati con viti a vista.

Il secondo aspetto riguarda il falso telaio, che deve essere estremamente resistente, in ferro o acciaio, e installato secondo metodologie a norma. Infatti, a differenza di quanto si potrebbe essere portati a pensare, la robustezza dell’infisso, non dipende semplicemente dal materiale con cui è realizzato, ma da quanto risulta solidale con la muratura in cui si inserisce.

Infine, ma non per importanza, c’è il terzo elemento, rappresentato dalla ferramenta: deve essere di qualità elevata ed adeguata ad impedire il più possibile effrazioni mediante arnesi metallici. L’azienda Campesato in particolare offre ai propri clienti la possibilità di rinforzare i propri serramenti di sicurezza attraverso l’impiego, ad esempio, di più incontri di forma chiusa che consentono di scaricare sul telaio le forze dell’anta, di nottolini in acciaio a fungo o doppio fungo che permettono ad ante e telaio di lavorare come un corpo unico, di maniglie con chiavi di bloccaggio.

Serramenti di Sicurezza Campesato

Fonte: www.campesato.it

Inoltre Campesato prevede l’opportunità di poter dotare di ulteriori accessori di protezione gli infissi con funzione di ingresso. Si tratta innanzitutto dei sistemi Sicurtop e Poseidon prodotti da AGB: il primo consiste in una chiusura multipunto dotata di una chiave che aziona, progressivamente, tutti i dispositivi di bloccaggio distribuiti lungo il frontale. Ciò conferisce un’elevata resistenza antintrusione alla serratura, ulteriormente coadiuvata dal supporto della chiusura brevettata Poseidon, composta a sua volta da un catenaccio centrale e da due ganci contrapposti e che garantisce la massima solidità e sicurezza alla porta. I ganci superiore e inferiore, infatti, chiudono in direzioni opposte ed impediscono azioni di scardinamento per sollevamento o per allontanamento della battuta dal telaio. I portoncini d’ingresso Campesato possono essere forniti anche di appositi rostri antieffrazione a scomparsa da montare sul lato cerniere, in modo da ostacolare l’inserimento di attrezzi da scasso e limitando, nello stesso tempo, la possibile flessione dei montanti prodotta da tentativi di intrusione.

Infine AGB mette a disposizione di Campesato anche sistemi di sicurezza per persiane e scuri esterni: si tratta di Ariete, una chiusura multipunto brevettata e certificata in classe anti-effrazione 2, priva di maniglie e movimentata attraverso l’utilizzo di una chiave.

Serramenti di Sicurezza Campesato

Fonte: www.campesato.it

Sono quindi numerose le soluzioni applicabili alle nostre abitazioni: la combinazione di due o più di esse e l’inserimento dei vari dispositivi accessori accresce i livelli di resistenza ai tentativi di furto e prolunga i tempi necessari agli eventuali ladri per violare le nostre abitazioni. Ai fini della sicurezza della propria casa, resta ad ogni modo imprescindibile, la qualità dei prodotti impiegati, garantita dalla loro rispondenza agli obblighi di legge internazionali e documentata dalle certificazioni che aziende come Campesato sono in grado di esibire.

Credits cover: www.oknoplast.it

Author: Arch. Elena Ottavi



Vuoi sapere qual è il rivenditore a te più vicino o avere maggiori informazioni? Contattaci!

Nome*

Email*

Cognome*

Provincia*

Messaggio

vedi anche

altri articoli